Rosmarino
Rosmarino
Rosmarino
Rosmarino

Rosmarino

 3,50 7,00

Pianta perenne, necessita di pieno sole e di un terreno ben drenato ricco sostanze organiche, è di facile coltivazione, raggiunge un'altezza di 1 m

Tutte le piante sono in vaso 14 Ø e possono essere lasciate in vaso o piantate in terra

Densità di impianto 4/5 piante * m²

Confronta
Svuota

Descrizione prodotto

Rosmarinum officinalis

 

Sostanze attive e Proprietà del Rosmarino

Parti utilizzate: Foglie, rametti e sommità fiorite.

Contiene acido rosmarinico che ha preziose qualità antiossidanti, una mescolanza di canfore, pinene, cineolo, canfene, borneolo, resine, tannini, e principi amari che agiscono da “spazzini” dei dannosi radicali liberi.

Ha proprietà stimolanti, aperitive, antispasmodiche, rilassanti, antimicrobiche, emmenagoghe.

 

Nutrizione Funzionale

Il rosmarino ha una azione antibatterica grazie ai suoi oli essenziali.

Questa pianta inoltre stimola la diuresi senza abbassare la pressione, agisce a livello della micro circolazione, e si comporta da tonico.

Ha una azione antisettica e aiuta l’attività contrattile degli alveoli polmonari facilitando gli scambi respiratori. Infatti la tradizione voleva che, per contrastare gli attacchi di asma, fosse fatto bruciare nel camino un rametto così da diffonderlo nell’aria per “respirarlo” meglio.

Ha infine attività antispastica, soprattutto sulla muscolatura liscia intestinale.

E’ controindicato in caso di epilessia.

 

Storia del Rosmarino

Il suo nome deriva dal latino “ros” (rugiada o rosa o arbusto) e “marinus” (mare). Il colore del suo fiore ricorda infatti il colore del mare.

Nel Medioevo si fabbricavano cucchiai con i suoi rami perché gli si attribuivano proprietà antiveleno.

Si racconta che fosse in grado di rinforzare la memoria, infatti si usava studiare avendone un rametto vicino o addirittura mettendosene una coroncina sul capo.

L’uso funerario di questa pianta ha trovato nel passato una grande diffusione in tutta l’Europa. In molti paesi infatti c’era l’usanza di accompagnare il defunto al cimitero tenendo in mano un ramoscello di rosmarino o di comporci la corona funeraria.

Ma da sempre è considerata anche una pianta di buon auspicio, sincerità, fedeltà e felicità. Si usava infatti dare al pastore officiante il matrimonio un mazzo di rosmarino, mentre la sposa portava una ghirlanda di rosmarino in testa.

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Lamiaceae

Genere

Rosmarinus

Specie

officinalis

Sinonimo

Ramerino, Rosamarina

Origine

Europa, Asia, Africa

Clima

temperato

Esposizione

soleggiata

Epoca fioritura

Da Marzo a Ottobre

Fiori

Piccoli riuniti in infiorescenze all’ascella delle foglie di colore indaco, blu-violetto, rosa o bianco a seconda della varietà

Foglie

Persistenti,lineari-lanceolate lunghe 2/3 cm verde scuro lucente sulla pagina superiore, bianche su quella inferiore e ricca di ghiandole oleifere

Portamento

Pianta arbustiva che può superare i 60 cm di altezza

Terreno

ricco ben drenato

Principio Attivo

Vitamine C,A ed E, bioflavonoidi, canfore, pinene, cineolo, canfene, borneolo, resine, tannini, e principi amari

Dimensione vaso

Vaso 14, Vaso 18

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Rosmarino”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chat Whatsapp
Apri la chat