Coriandolo
Coriandolo
Coriandolo
Coriandolo

Coriandolo

 3,50

Pianta erbacea perenne, si coltiva bene in terreni aridi e soleggiati, raggiunge un’altezza massima di 40 cm

Tutte le piante sono in vaso 14 Ø e possono essere lasciate in vaso o piantate in terra

Densità di impianto 4/5 piante * m²

Confronta

Esaurito

Descrizione prodotto

Coriandrum sativum

 

Sostanze attive e proprietà del Coriandolo

Il coriandolo ha proprietà carminative e stomachiche, è quindi un ottimo rimedio contro coliche addominali, difficoltà digestive e gonfiore.

Ha un effetto stimolante che attenua il senso di fatica, ed è utile per combattere l’inappetenza. Ha anche un effetto fungicida e antibatterico e non contiene colesterolo.

Il coriandolo favorisce un corretto metabolismo dei carboidrati e combatte la formazione dei radicali liberi dovuti a stress e tossine.

 

Nutrizione funzionale

Del coriandolo si mangiano i semi (che in realtà sono i frutti) interi o macinati, e le foglie sia fresche che essiccate.

Questa spezia ha un aroma delicato che lo rende adatto ad essere aggiunto in molti piatti poiché non copre il gusto delle pietanze. Si presta infatti molto bene a insaporire zuppe e minestre, legumi, carne, pesce, verdure, e in particolar modo cavoli e crauti.

I semi interi sono indicati nella preparazione di sottaceti e salamoie, mentre macinati sono perfetti per insaporire carne, pesce e insaccati.

Il coriandolo è un ottimo ingrediente per le miscele di spezie per il suo sapore delicato. Lo si trova infatti tra gli ingredienti del curry.

 

Storia del Coriandolo

È una tra le spezie più antiche conosciute al mondo, tanto che veniva raffigurata nelle tombe egiziane. Alcune prove del suo utilizzo risalgono a circa 5000 anni fa!

I Romani la usavano pestata e miscelata con sale e aceto per conservare i cibi. Essi la usavano così tanto che uno dei loro condimenti preferiti era il “Coriandratum”, composto a base di coriandolo. Addirittura, secondo il naturalista Plinio il Vecchio, mettendo alcuni semi sotto il cuscino si poteva far sparire il mal di testa e prevenire la febbre.

I frutti della pianta in passato venivano trasformati in confettini rivestiti di zucchero: da qui proviene il nome dei coriandoli di carnevale, diventati solo in un secondo tempo pallottoline di gesso o dischetti multicolori di carta.

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Apiaceae

Genere

Coriandrum

Specie

sativum

Sinonimo

Erba cimicina

Origine

Nord Africa e Medio Oriente

Clima

Temperato caldo

Esposizione

soleggiata

Epoca fioritura

Inizio Estate

Fiori

Infiorescenze a ombrella con piccoli fiori bianchi obianco rosati

Foglie

BASALI: suddivise in tre lobi presentano picciolo, SUL FUSTO: bi-tripennatosette non dentate

Frutti

semi piccoli sferici scanalati

Portamento

Pianta erbacea a portamento eretto che può raggiungere i 20 cm di altezza

Terreno

ricco ben drenato

Principio Attivo

olio essenziale con geraniolo, vitamina C, flavonoidi

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Coriandolo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chat Whatsapp
Apri la chat