Cerfoglio
Cerfoglio
Cerfoglio
Cerfoglio

Cerfoglio

 3,50

Pianta annuale, si coltiva in modo uguale al prezzemolo, non deve essere sistemata a pieno sole e preferisce una esposizione a mezzombra, necessita di un terreno ben drenato, può raggiungere un’altezza di 30 cm.

Tutte le piante sono in vaso 14 Ø e possono essere lasciate in vaso o piantate in terra.

Densità di impianto 4/5 piante * m²

Confronta

Esaurito

Descrizione prodotto

Anthriscus cerefolium L. Umbelliferae

 

Sostanze attive e Proprietà del Cerfoglio

Parti utilizzate: Foglie e radici.

Questa pianta ha proprietà diuretiche, antinfiammatorie e antidiabetiche. E’ indicato nel trattamento di acolia, adenite, ascessi glandolari, clorosi, dermatosi da disfunzione gastrica, emorroidi, idremia, idropisia addominale, insufficienza biliare, ipotonia gastrica, linfagite, ritenzione urinaria.

Inoltre ha proprietà emollienti infatti è utilizzato per curare contusioni, punture di insetto, occhi infiammati dal sole e dal vento, blefariti e geloni. La tisana di foglie di cerfoglio stimola le funzioni digestive e risulta benefica per il fegato e per la circolazione, mentre le radici sono un vero aiuto nella forma di depressione che colpisce talora le persone anziane.

Il decotto è usato anche per lavare le parti arrossate dei neonati. L’infuso è utilizzato per curare idropisia, coliche epatiche, reumatismi, gotta e dolori mestruali. È considerato anche un purificatore del sangue. Inoltre, se picchiettato sul volto o lasciato a lungo come una maschera di bellezza, attenua le rughe e migliora il tono della pelle.

Mettere alcuni rametti di cerfoglio nella dispensa terrà lontane le formiche. Inoltre, questa pianta attira particolarmente le lumache, per questo è utilizzata dagli agricoltori per proteggere il raccolto da esse le quali, divorandolo, faranno meno danni alle altre piante.

 

Nutrizione Funzionale

Le foglie del cerfoglio, ricche di vitamina C, di ferro, magnesio e carotene, sono benefiche per la salute oltre che gradevoli per il palato. Vanno aggiunte ai cibi a fine cottura, in modo che mantengano quasi inalterati profumo e proprietà. Oltre che in minestre, verdure, pesci, uova e pollami, sono ottime anche nelle insalate.

 

Storia del Cerfoglio

Il cerfoglio era coltivato sia dai Greci che dai Romani, poi nel Medioevo raggiunse la sua maggiore popolarità.

Era considerato la tipica erba quaresimale ed era consumato il Giovedì Santo. Nella tradizione, è il simbolo di nuova vita e di sincerità.

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Apiaceae

Genere

Anthriscus

Specie

Anthriscus cerfolium

Origine

Russia e Medio Oriente

Clima

temperato

Esposizione

soleggiata

Epoca fioritura

Maggio e Giugno

Fiori

InInfiorescenza di 2,5 cm a ombrella composta da piccoli fiorelli bianchi

Foglie

piccole con lamina suddivisa

Portamento

Pianta erbacea a portamento eretto che può raggiungere circa 20/25 cm di altezza

Terreno

ricco ben drenato

Principio Attivo

vitamina C, ferro, magnesio, carotene

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cerfoglio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chat Whatsapp
Apri la chat