Pianta di Abrotano
Foglie Abrotano 4
Foglie Abrotano
Pianta di Abrotano
Foglie Abrotano 4
Foglie Abrotano

Abrotano

 3,50

Pianta perenne, si coltiva bene in terreni aridi e soleggiati ma abbastanza nutrienti, si propaga facilmente per talea o per divisione delle radici, la parte erbacea secca annualmente mentre le parti legnose rimangono in vita e gettano l’anno seguente, raggiunge un’altezza massima di 100 cm.

Tutte le piante sono in vaso 14 Ø e possono essere lasciate in vaso o piantate in terra.

Densità di impianto 4/5 piante * m²

Confronta

Esaurito

Descrizione prodotto

Artemisia abrotanum L. Compositeae

 

Sostanze attive e Proprietà della pianta di Abrotano

Parti utilizzate: Foglie e giovani germogli.

Come le altre Artemisie (Assenzio e Dragoncello) contiene i suoi principi attivi nelle foglie che sono anche intensamente aromatiche.

Ha proprietà antisettiche, stomachico-digestive, emmenagoghe e vermifughe.

Anticamente era usata per trattare i problemi del fegato, della milza e dello stomaco.

L’abrotano non deve essere usato dalle donne incinte.

 

Nutrizione Funzionale

In piccole quantità vengono usate le foglie dal sapore leggermente piccante per aromatizzare liquori d’erbe, tisane, caramelle, ripieni di pollo, carni alla griglia.

Dai giovani germogli viene fatto un tè amaro.

La pianta inoltre viene utilizzata per preparare dei sali da bagno aromatici e delle creme per la pelle.

 

Storia della pianta di Abrotano

L’Abrotano veniva già coltivato negli orti sia dai Romani che dai Greci che lo usavano per insaporire carni grasse.

La definizione popolare inglese per l’abrotano è “maiden’s ruin”, cioè “rovina delle vergini”, con riferimento all’effetto afrodisiaco ad esso attribuito. Chi voleva conquistare l’amore di una ragazza doveva mettere, senza farsi scoprire, qualche rametto di abrotano sotto il nastro del grembiule.

I Francesi chiamano questa pianta anche “guard-robe”, il guardaroba, perché secondo loro il suo aroma avrebbe il potere di allontanare gli insetti, soprattutto le tarme.

I medici medioevali usavano la pianta cruda, aggiunta al vino, per curare sciatica e provocare le mestruazioni. La superstizione popolare narra che questa pianta fosse in grado di proteggere le case dalle streghe e dagli spiriti maligni.

Oggi può essere utilizzata in erboristeria in forma di cataplasma su ferite e affezioni della pelle e occasionalmente per trattare il congelamento, oppure per il trattamento di vari disturbi tra cui la febbre malarica.

Nella Francia meridionale, ancora oggi, viene consumata una bevanda di origine Medioevale, per scopi digestivi, a base di Liquirizia e Abrotano.

Questa pianta viene oggi chiamata pianta coca-cola perché il profumo delle sue foglie ricorda appunto quello della famosa bevanda.

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Asteraceae

Genere

Artemisia

Specie

Artemisia abrotanum

Origine

Europa Meridionale

Clima

Mediterraneo

Esposizione

soleggiata

Epoca fioritura

Da Luglio a Ottobre

Fiori

Fiori gialli, riuniti in capolini piccoli, penduli, emisferici, disposti in grappoli ascellari.

Foglie

Foglie pennatosette di colore verde-grigiastro molto profumate

Portamento

Cespuglio suffruticoso, che può raggiungere i 60 cm di altezza molto decorativo

Terreno

Ben drenato, si adatta anche a terreni calcarei

Principio Attivo

olio essenziale soprattutto absintolo, abronanina amara (simile alla chinina), tannino.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Abrotano”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chat Whatsapp
Apri la chat